POSIZIONE: PAF > Vibrazioni Corpointero
 
 
logo regione toscana
Regione Toscana
Diritti Valori Innovazione Sostenibilità
collegamento sito usl 7 siena Servizio Sanitario
della
Toscana

NORMATIVA  Vibrazioni Trasmesse al Corpo - Intero
 

La misura del livello di esposizione alle vibrazioni trasmesse al corpo intero (WBV)  deve essere effettuata - ai sensi del d.lgvo 81/2008-in accordo con quanto prescritto dallo standard UNI – EN ISO 2631-1:2014. “Vibrazioni meccaniche e urti - Valutazione dell'esposizione dell'uomo alle vibrazioni trasmesse al corpo intero - Parte 1: Requisiti generali”. Si ricorda che il contenuto della norma nella edizione del 2014  è stato opportunamente integrato recependo quanto contenuto nel testo della  ISO 2631-1:1997/Amd.1:2010. In particolare tale emendamento esplicita  che metodiche alternative di valutazione in presenza di vibrazioni impulsive o urti ripetuti che presentino fattori di cresta superiori a 9 sono contenute nello Standard  ISO 2631-5 "Mechanical vibration and shock - evaluation of human exposure to whole-body vibration - Part 5: Method for evaluation of vibration containing multiple shocks".


Di seguito si elenca la normativa inerente la certificazione dei valori di emissione delle vibrazioni WBV trasmesse dai macchinari o di riduzione del rischio in sede di progetto o uso durante il lavoro
 

Norma UNI EN 30326-1 (1997) "Vibrazioni meccaniche - Metodo di laboratorio per la valutazione delle vibrazioni sui sedili dei veicoli. Requisiti di base";

Norma UNI EN 12096“Vibrazioni meccaniche – Dichiarazione e verifica dei valori di emissione vibratoria”.

Norma UNI EN 14253 (2008)Vibrazioni meccaniche - Misurazione e calcolo della esposizione alle vibrazioni trasmesse all'intero corpo al fine di tutelare la salute dell'operatore - Guida pratica

Norma UNI CEN/TR 15172-1 (2008) Vibrazioni al corpo intero - Linee guida per la riduzione del rischio da vibrazione - Parte 1: Metodo tecnico progettuale per la progettazione delle macchine

Norma UNI CEN/TR 15172-1 (2008) Vibrazioni al corpo intero - Linee guida per la riduzione del rischio da vibrazione - Parte 2: Misure di prevenzione sul posto di lavoro

ISO 2631-1:1997/Amd.1:2010(en)

 

 

 

 

 

 

  • UNI ISO 2631-1:2014 - Vibrazioni meccaniche e urti - Valutazione dell'esposizione dell'uomo alle vibrazioni trasmesse al corpo intero - Parte 1: Requisiti generali
  • UNI EN 13059:2008 - Sicurezza dei carrelli industriali - Metodi di prova per la misurazione delle vibrazioni
  • UNI EN 7096:2009 - Macchine movimento terra - Valutazioni di laboratorio delle vibrazioni trasmesse al sedile dell\'operatore.
  • NON DISPONIBILE -
  • UNI EN 1032:2009 - Vibrazioni meccaniche - Esame di macchine mobili allo scopo di determinare i valori di emissione vibratoria
  • UNI EN 13490:2009 - Vibrazioni meccaniche - Carrelli industriali - Valutazione in laboratorio e specifica delle vibrazioni trasmesse all\'operatore dal sedile
  • ISO 5008:2002 - Trattori a ruote e macchine da campo – Misurazione delle vibrazioni sull’intero corpo dell’operatore
  • ISO/FDIS 28927-12 - Hand-held portable power tools -- Test methods for evaluation of vibration emission -- Part 12: Die grinders
  • ISO 2631-1:1997/Amd.1:2010(en) - Mechanical vibration and shock — Evaluation of human exposure to whole-body vibration — Part 1: General requirements AMENDMENT 1
  • DIRETTIVA 2002/44/CE - DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 25 giugno 2002 sulle prescrizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (vibrazioni) (sedicesima direttiva particolare ai sensi dell’'articolo 16, paragrafo 1, della direttiva 89/391/CEE) - Dichiarazione congiunta del Parlamento europeo e del Consiglio
  • ISO 2631-5:2004 - Mechanical vibration and shock -- Evaluation of human exposure to whole-body vibration -- Part 5: Method for evaluation of vibration containing multiple shocks
LOADING TIME: 0.003 s.