Mostra tutte le FAQ

Con quali valori di azione confrontarsi nel caso di esposizione localizzata agli arti?(PAF)

Nel caso di esposizione al campo magnetico estremamente localizzata ai soli arti, i VA da applicare sono più elevati rispetto ai VA prescritti per la protezione dagli effetti sensoriali e sanitari (rispettivamente VA inferiori e superiori).

 Per esposizioni localizzate agli arti si fa riferimento unicamente alla “terza colonna” della Tabella B2 dell’Allegato XXXVI del D.lgvo 81/08 (VA per esposizione localizzata degli arti).

Per quanto riguarda l'esposizione localizzata agli arti non è previsto alcun valore di azione inferiore  in quanto questo è previsto esclusivamente per la prevenzione degli effetti sensoriali per esposizioni del SNC.  

Il  valore di azione da applicare per esposizione localizzata agli arti è più elevato di quello corrispondente a tronco e cranio, nonostante la soglia di stimolazione dei nervi sia la stessa, perché l’accoppiamento fra campo magnetico esterno e lo specifico settore del corpo è più debole, quindi nel caso degli arti  il campo elettrico indotto interno risulta essere inferiore a quello indotto nel tronco/cranio a parità di esposizione esterna. 

 
Mostra tutte le FAQ
LOADING TIME: 0.005 s.
XS SM MD LG XL

info@portaleagentifisici.it