POSIZIONE: PAF > FAQ
 
 
logo regione toscana
Regione Toscana
Diritti Valori Innovazione Sostenibilità
collegamento sito usl 7 siena Servizio Sanitario
della
Toscana
Mostra tutte le FAQ

Quali sono gli effetti sulla salute e sulla sicurezza che si vogliono prevenire (A.1)?


I campi elettromagnetici possono causare due diversi tipi di effetti noti potenzialmente dannosi per la salute e la sicurezza: effetti biofisici diretti ed effetti indiretti.

Gli effetti biofisici diretti sono quelli derivanti da un’interazione dei campi con i tessuti del corpo e possono essere di natura termica o non termica. Si tratta di effetti a soglia in quanto si verificano solo al di sopra di determinati livelli di esposizione e sono prevenuti rispettando i Valori Limite di Esposizione (VLE) fissati dal D.lgs. 81/08 Titolo VIII Capo IV e s.m.i.

Gli effetti indiretti che la normativa intende prevenire sono i seguenti:

-              interferenze con attrezzature e altri dispositivi medici elettronici;

-              interferenze con attrezzature o dispositivi medici impiantabili attivi, ad esempio stimolatori cardiaci e defibrillatori;

-              interferenze con dispositivi medici portati sul corpo, ad esempio pompe per l’infusione di farmaci;

-              interferenze con dispositivi impiantati passivi, ad esempio protesi articolari, chiodi, fili o piastre di metallo;

-              effetti su schegge metalliche, tatuaggi, body piercing e body art;

-              rischio di proiezione di oggetti ferromagnetici non fissi in un campo magnetico statico;

-              innesco involontario di detonatori;

-              innesco di incendi o esplosioni a causa di materiali infiammabili o esplosivi;

-              scosse elettriche o ustioni dovute a correnti di contatto che si verificano quando, in presenza di un campo elettromagnetico, il corpo umano entra in contatto con un oggetto a diverso potenziale elettrico

Alcuni degli effetti indiretti possono insorgere a livelli di esposizione inferiori a quelli in grado di indurre gli effetti biofisici diretti e possono avere conseguenze anche gravi sulla salute e sulla sicurezza dei lavoratori.

Le prescrizioni del D.lgs 81/08 e s.m.i. non si applicano alla protezione da eventuali effetti a lungo termine dei campi elettromagnetici (vedi FAQ A.3).

 

Mostra tutte le FAQ
LOADING TIME: 0.003 s.